Fiscalità del Condominio

LE RITENUTE SUI CORRISPETTIVI

Il condominio in qualità di sostituto d'imposta a partire dal 1° gennaio 2007, deve operare una ritenuta del 4% a titolo di acconto, all'atto del pagamento, sui corrispettivi dovuti per prestazioni relative a contratti di appalto di opere o servizi, anche se rese a terzi o nell'interesse di terzi, effettuate nell'esercizio di impresa.

La ritenuta colpisce le prestazioni relative ai contratti d'opera in generale e, in particolare, ai contratti che comportano l'assunzione, nei confronti del committente, di un'obbligazione avente ad oggetto la realizzazione, dietro corrispettivo, di un'opera o servizio, nonché l'assunzione diretta, da parte del prestatore d'opera, del rischio connesso con l'attività, svolta senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente.

Sono, invece, esclusi dall'applicazione della ritenuta i corrispettivi previsti in base a contratti diversi da quelli di opera come, per esempio, i contratti di somministrazione di energia elettrica, acqua, gas e simili, di assicurazione, di trasporto e di deposito, a meno che il corrispettivo non sia corrisposto in base a contratto di servizio di energia.

Questa tipologia contrattuale non è assimilabile al contratto di somministrazione, avendo, rispetto a quest'ultimo, un contenuto più ampio, tale da ricomprendere, ad esempio, anche l'esercizio e la manutenzione degli impianti.

Inoltre, la ritenuta del 4% non si applica:

  • ai corrispettivi pagati in dipendenza di forniture di beni con posa in opera, qualora la posa in opera assuma funzione accessoria rispetto alla cessione del bene;
  • ai corrispettivi di prestazioni d'opera riconducibili ad attività di lavoro autonomo anche occasionale (ad esempio prestazioni rese da ingegneri, architetti, geometri); infatti, come riportato nel paragrafo precedente, tali compensi, anche se occasionali, sono assoggettati alla ritenuta del 20%.

Le ritenute vanno versate entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui sono state operate o dovevano essere operate. Per il versamento, effettuato tramite mod. F24, devono essere utilizzati i seguenti codici tributo:

  • 1019, per i percipienti soggetti passivi dell'IRPEF;
  • 1020, per i percipienti soggetti passivi dell'IRES.

 

LA CERTIFICAZIONE DELLE RITENUTE

Il condominio, annualmente, deve provvedere al rilascio ai fornitori del condominio della certificazione unica attestante l'ammontare delle somme e valori corrisposti nell'anno precedente (comprese le somme per lavoro dipendente erogate entro il 12 gennaio dell'anno seguente) nonché la relativa causale e l'ammontare delle ritenute operate.

IL 770 SEMPLIFICATO

I dati riguardanti le ritenute effettuate e il relativo versamento devono essere indicati nella dichiarazione dell'anno successivo dei sostituti d'imposta che il condominio è tenuto a presentare (modello 770 semplificato). Il modello 770 semplificato deve essere presentato esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite un intermediario abilitato.

LA CERTIFICAZIONE DELLE SPESE STRAORDINARIE

Il decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, all'articolo 3, comma 4, prevede che con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze siano individuati termini e modalità per la trasmissione telematica all'Agenzia delle entrate dei dati relativi alle spese che danno diritto a deduzioni dal reddito o detrazioni dall'imposta diverse da quelle già individuate dallo stesso decreto.

Al riguardo, l'articolo 2 del decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze del .... ha previsto l'obbligo di trasmissione all'Agenzia delle entrate, da parte degli amministratori di condominio, delle spese sostenute nell'anno precedente dal condominio con riferimento agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali, nonché con riferimento all'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all'arredo delle parti comuni dell'immobile oggetto di ristrutturazione. Nella comunicazione devono essere indicate le quote di spesa imputate ai singoli condòmini.

LA NOSTRA SOLUZIONE

GeCo2010 per la gestione di:

  • F24 (inserimento, stampa, generazione file) sia per singola fattura che riepilogativi per singolo condominio (per la generazione file è possibile fare un unico file riepilogativo per tutti i condomini);
  • Certificazioni delle ritenute (stampa e generazione file) con la possibilità di spedire il file generato tramite ENTRATEL o CAF-TMAX;
  • 770 (generazione file) con la possibilità di spedire il file generato tramite ENTRATEL o CAF-TMAX.
  • Certificazioni delle spese straordinarie (stampa e generazione file) con la possibilità di spedire il file generato tramite ENTRATEL o CAF-TMAX;